Interfaccia SAS: Toshiba propone nuovi HD a 15.000 giri

6651A_HRES

Per venire incontro alle esigenze delle moderne applicazioni che richiedono la gestione di grandi quantità di dati, tipicamente quelle nei server dei data center, i costruttori di hard disk sviluppano continuamente nuove interfacce e tecnologie che accelerino il data rate. Una di queste è l’interfaccia SAS da 12,0 Gbit/s, che permette di affrontare applicazioni critiche nel settore dello storage professionale, con unità di capacità fino a 600 GB.<br

Toshiba Electronics ha annunciato la disponibilità di nuovi hard disk dotati dell’interfaccia SAS da 12 Gbit/s nelle versioni con formattazione di tipo “512 native” e “Advanced Format”, caratterizzati da velocità di rotazione di 15.000 rpm e prestazioni di classe professionale. Gli utilizzatori di applicazioni informatiche di tipo transazionale (OLTP) e con frequenti accessi a database potranno ottenere prestazioni notevolmente migliori grazie ai controller SAS in grado di trasferire dati fino a una velocità di 12 Gbit/s I nuovi modelli che supportano la tecnologia dei settori nativi da 4K potranno beneficiare di prestazioni ulteriormente più elevate negli ambienti che supportano questo tipo di formattazione.<br><br>

Queste nuove aggiunte alla gamma di prodotti offerti sono state specificatamente progettate per affrontare gli elevati carichi di lavoro delle applicazioni più critiche, che possono beneficiare della velocità di trasferimento dati di 12 Gbit/s del controller SAS e di caratteristiche potenziate di gestione delle potenza per l’integrazione ottimale all’interno dei sistemi rack nei data center.
Con una velocità dei dischi di 15.000 rpm, l’interfaccia SAS a 12,0 Gbit/s offre una larghezza di banda raddoppiata rispetto ai procedenti modelli dotati di interfaccia SAS a 6 Gbit/s. <br
I prodotti della serie AL13SX sono disponibili con capacità fino a 600GB in un formato da 2,5 pollici che garantisce risparmio energetico e bassa latenza. Il formato compatto da 2,5 pollici garantisce una maggiore densità di memorizzazione, permette di risparmiare spazio sul rack e facilita la gestione operativa dei data center destinati ad applicazioni critiche. La taglia da 600 GB rappresenta un incremento della capacità del 100 per cento rispetto ai modelli da 2,5 pollici della procedente generazione e garantisce prestazioni migliori per quanto riguarda tempo di accesso e assorbimenti energetici rispetto ai classici modelli da 600 GB in formato da 3,5 pollici.<br

I modelli che supportano in modo nativo settori lunghi 512 byte offrono la massima compatibilità con tutte le applicazioni e gli ambienti operative standard; i tipi 512n offrono un percorso di migrazione semplice per passare ai dischi in formato 2,5 pollici (usando un opportuno hardware adattatore delle dimensioni fisiche) a maggiori prestazioni, più piccoli ed energeticamente più efficienti. Altri modelli supportano la formattazione con settori 4Kn o 512e Advanced Format, che permettono di ottenere prestazioni e livelli di integrità dei dati ancora superiori negli ambienti operativi in grado di supportare queste tecnologie.<br

Inoltre, i modelli Advanced Format offrono anche la tecnologia di scrittura persistente della cache sviluppata da Toshiba, che offre una migliore integrità dei dati in scenari con scritture non allineate. Sono disponibili anche modelli con l’opzione di effettuare autonomamente la crittografia dei dati. <br
I drive da 15.000 rpm continuano a essere il cavallo di battaglia delle applicazioni informatiche critiche e i più recenti modelli della serie AL13SX di Toshiba possono raddoppiare la velocità di trasferimento dei dati sull’interfaccia SAS a 12,0 Gbit/s rispetto ai 6,0 Gbit/s dei modelli precedenti.<br
I nuovi hard disk di classe professionale da 15.000 rpm di Toshiba con interfaccia SAS da 12,0 Gbit/s, sono formattati o in modo nativo con settori da 512 Byte o da 4Kn Byte (emulazione 512).